Home Social Media Le piccole imprese preferiscono LinkedIn

Le piccole imprese preferiscono LinkedIn

13
0

Secondo un’indagine condotta dal Wall Street Journal e Vistage International, sei su dieci piccoli imprenditori affermano che i social media sono strumenti preziosi per la crescita della loro azienda, ma la maggior parte di essi, non è particolarmente impressionata dalle potenzialità di Twitter.

Solo il 3% degli 835 imprenditori intervistati, infatti, considera Twitter come lo strumento social con le maggiori potenzialità per il proprio business.

LinkedIn è risultato il migliore sia dal punto di vista del numero di imprese che lo utilizzano (30%) sia come il social network dalle maggiori potenzialità (41% delle preferenze). Seguono nella classifica Facebook e Twitter, ma con un grosso distacco. Il primo viene utilizzato dal 22% delle aziende intervistate, mentre il secondo dal 14%.

Suscita particolare interesse il dato relativo alla percezione delle potenzialità future di Twitter secondo gli imprenditori intervistati, solo il 3% di questi ultimi considera infatti Twitter come uno strumento valido per le future campagne social della propria azienda.

Il WSJ ha inoltre intervistato Todd Demann, fondatore di Freshology Inc., una società di Los Angeles che produce e vende cibi a calorie controllate. Nel 2012, Facebook è stato il sesto più grande veicolo di traffico on-line per il suo sito web. Pinterest, nonostante l’azienda fosse nata solo 4 mesi prima, si classifica 59esimo, Twitter solo 117esimo. “Su Twitter, non è possibile creare engagement in modo significativo”, afferma Demann.

In generale, dalla ricerca è emerso che i proprietari di piccole imprese spesso hanno una disponibilità limitata di tempo e budget da dedicare alla comprensione dei modi migliori per agire sui social media. Nel sondaggio, solo 4 imprenditori su 10 hanno dichiarato che possiedono dipendenti dedicati alle campagne sui social-media. Quasi la metà di questi trascorrono tra una e cinque ore alla settimana sui social network, e un terzo non dedica tempo a tutte le piattaforme.

Probabilmente questa ricerca, come tutte, va interpretata. Forse lo scarso successo ottenuto da Twitter può essere riconducibile alla difficoltà che vi è nella misurazione dei risultati ottenuti dalle campagne su tale piattaforma. Inoltre, è probabilmente vero che Twitter non è il luogo ideale per creare engagement, tuttavia è ottimo strumento per l’introduzione di nuovi prodotti e idee.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui