Home Il Fatto Digitale Paese che vai shopping che trovi

Paese che vai shopping che trovi

173
0
shopping digitale corea metropolitana

Essere nati e cresciuti negli Stati Uniti, in termini di abitudini di acquisto, non è come essere nati in Asia, in Europa, in Africa e così via. Secondo un recente studio condotto da Nielsen,  la provenienza geografica di un individuo e la sua cultura di appartenenza ne modificano inesorabilmente le scelte e le abitudini di acquisto.

Ma perché ciò è importante?

Per avere successo negli affari, al giorno d’oggi, è indispensabile espandere il  proprio business oltre i confini nazionali e nel fare ciò, gli esperti di marketing non possono non tenere in considerazione, in fase di promozione di un prodotto o di un’azienda, la diversa cultura e sensibilità delle persone da un capo all’altro del pianeta.

L’importanza delle offerte

Come si può vedere nell’immagine, la barra grigia, in ogni sezione, rappresenta la media globale. Osservando innanzitutto la seconda sezione, si può vedere come il prezzo sia di primaria importanza per tutti, ma soprattutto in America Latina. In quest’ultima aerea geografica, inoltre, i consumatori sono particolarmente sensibili alle offerte di prodotti presenti fisicamente nel negozio. Se invece un’azienda è intenzionata ad attrarre il consumatore con dei regali omaggio, farebbe bene a volgere il proprio sguardo in Medio Oriente e in Africa.

Per quanto riguarda gli Europei, questi ultimi hanno mostrato uno scarso interesse verso sconti e promozioni, inoltre, è meno probabile che confrontino i prezzi dei prodotti utilizzando i propri smartphone, probabilità che è molto più alta invece per chi vive in Asia e nel Pacifico.

La ricerca di informazioni prima dell’acquisto

Oltre la metà dei partecipanti alla ricerca ha affermato che ricerca informazioni e consigli sui prodotti prima di effettuare un acquisto.

In America Latina, prima di effettuare un acquisto, i consumatori sono soliti fare un giro di vari negozi per farsi un’idea dei prezzi e delle offerte. Essi hanno anche un legame più forte con i prodotti che hanno acquistato in passato e con cui hanno avuto un’esperienza positiva, inoltre, insieme alle popolazioni del Medio Oriente e dell’Africa, sono anche più propensi a fidarsi di prodotti consigliati da professionisti.

Negli Stati Uniti, la situazione è opposta. Solo il 35% degli intervistati ha dichiarato di fidarsi dei prodotti consigliati dai professionisti, e per quanto riguarda l’Europa, gli europei sono solo leggermente meno diffidenti. Gli europei e gli statunitensi, inoltre, sono anche quelli che si lasciano influenzare meno degli altri dai consigli delle altre persone, mentre i consumatori in Asia e in Medio Oriente sono influenzabili più facilmente.

Per saperne di più su come le persone acquistano in tutto il mondo, è possibile richiedere gratuitamente il rapporto completo della ricerca “New World, New Wealth”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui