Home Il Fatto Digitale Dalle richieste dei governi sui dati alcune differenze tra Facebook e Twitter

Dalle richieste dei governi sui dati alcune differenze tra Facebook e Twitter

148
0
social media facebook twitter

Facebook, per la prima volta, ha reso noto il numero di richieste di dati relativi agli utenti che riceve da ogni Paese. E dal momento che Twitter faceva già la stessa cosa, si possono ora confrontare i due rivali da una metrica curiosa ma rilevatrice.

Nel complesso, i dati relativi agli utenti di Facebook sono molto più ambiti: il social network ha ricevuto almeno 25.607 richieste governative nel primo semestre di quest’anno, rispetto alle 1.113 di Twitter. Che ha senso dal momento che Facebook è più grande, e Twitter memorizza informazioni meno sensibili sui suoi utenti. Ci sono semplicemente più segreti nascosti su Facebook.com.

Ma il confronto si fa più interessante quando si guarda a paesi specifici. Per esempio, il Giappone ha chiesto i dati da Twitter 87 volte nei primi sei mesi del 2013, mentre a Facebook una sola volta nello stesso periodo. In effetti il Giappone è la sola delle economie sviluppate dove l’adozione di Facebook è debole, mentre si registrano regolarmente nuovi record su Twitter.
Potete leggere l’articolo originale su Mashable.com.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui