Home Il Fatto Digitale Myspace riparte. Ma intanto è costretta a licenziare

Myspace riparte. Ma intanto è costretta a licenziare

158
0
Cirullo - Il Fatto Digitale da Business Insider

Meno di un anno fa, Myspace ha dato vita a un gran restyling pensato per dare uno spazio a musicisti e artisti.

L’azienda però ha appena annunciato che sta per licenziare il 5% della sua forza lavoro, come confermato al Los Angeles Business Journal. Myspace non ha dichiarato quanti dipendenti verranno licenziati ma sappiamo che l’azienda ha registrato fino ad ora 284 dipendenti su LinkedIn. Il sito, che è sostenuto anche dal cantante Justin Timberlake, è stato rilanciato nel mese di gennaio e a giugno ha prodotto una campagna pubblicitaria televisiva da 20 milioni di dollari.

Sembrava che il restyling stesse lavorano bene, ma sembra anche che i profitti tardino ad arrivare. Lo Chief Operating Officer Chris Vanderhook ha così dichiarato al Business Journal: “Stiamo implementando cambiamenti a Myspace per sostenere l’innovazione continua e la crescita, semplificando le operazioni per raggiungere la redditività. Apprezziamo il contributo del nostro team di Myspace nel corso degli anni, e stiamo offrendo servizi di outplacement e pacchetti di fine rapporto per assistere i dipendenti colpiti.”

 

Permalink – BusinessInsider.com.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui